Protesi fissa o mobile
Quale scegliere?

Alessandro Gentili

Traumi o patologie come la parodontite, se non adeguatamente trattati, possono portare alla perdita di uno o più denti.
Questa situazione può provocare oltre a un disagio estetico anche disturbi funzionali e psicologici.
È per questo che è importante intervenire in modo rapido ed efficace attraverso l’uso di una protesi fissa o mobile.
Leggi l’articolo per saperne di più!

Protesi fissa o mobile: cosa sono?


La protesi dentale è un dispositivo medico che permette di sostituire uno o più denti danneggiati o persi con elementi dentari artificiali.
Esistono diverse tipologie di protesi, ma generalmente si dividono in protesi dentali fisse e in protesi dentali mobili o rimovibili.

Protesi fissa o mobile: le caratteristiche


Che sia fissa o mobile, ogni protesi dentale deve soddisfare una serie di requisiti fondamentali:

  • funzionalità: deve essere in grado di riabilitare le corrette funzioni fonatorie, articolari e masticatorie;


  • resistenza: deve essere in grado di resistere al carico masticatorio e all’usura;


  • innocuità: non deve avere materiali tossici e angoli vivi che possono costituire una minaccia per i tessuti;


  • estetica: deve somigliare alla dentatura naturale e ridare bellezza al volto e al sorriso.


  • Protesi mobile


    La protesi mobile viene preferita nei casi in cui c’è la necessità di sostituire un’intera arcata dentale.
    A differenza di quella fissa, questo tipo di protesi deve essere rimossa per l’igiene orale quotidiana.
    Esistono due tipi di protesi mobile:

    1. totale: comunemente chiamata dentiera, viene indicata in casi di edentulia totale di una o entrambe le arcate dentali. Questo tipo di protesi non è ancorata a nessun dente, ma viene fatta aderire alle gengive con un meccanismo a ventosa.


    2. parziale: viene ancorata tramite dei ganci ai denti naturali residui o agli impianti ed è formata da una struttura metallica nota come scheletrato.


    Protesi fissa


    La protesi fissa permette di ricostruire un dente gravemente danneggiato o di sostituire uno o più denti mancanti.
    Questo tipo di protesi rimane stabilmente al suo posto dopo essere stata ancorata ai denti naturali rimasti o agli impianti. Inoltre, la protesi fissa non richiede in nessun caso la rimozione da parte del paziente.
    Solitamente per questo tipo di protesi viene utilizzata la ceramica per le sue caratteristiche estetiche e di durezza, che rendono la protesi fissa indistinguibile dai denti naturali.
    Vuoi conoscere la soluzione più adatta a te? Non esitare a contattarci per maggiori informazioni o per prenotare un appuntamento!

    Contattaci!

    Vuoi maggiori informazioni?
    Chiamaci e richiedi un preventivo gratuito.
    info@dentistagentili.it